Shopping Cart

Your cart is empty

Continue Shopping

CANNABIS SATIVA (Dà-má)

Nota: questo estratto sulla Cannabis Sativa proviene dall'edizione del 1911 di Chinese Materia Medica - VEGETABLE KINGDOM ampiamente rivista dal lavoro del Dr. F. Porter Smith del Rev. GA STUART, MD edito da 麻® Chinese Hemp per correggere i caratteri cinesi e la pronuncia PinYin.

Chiamato anche 火麻 (Huǒ-má), 黄麻 (Huáng-má);汉麻 (Hàn-má), “canapa cinese” per distinguerla da 胡麻 (Hú-má), “canapa scitica” la pianta staminata, 枲麻 (Xǐ-má), e la pistillata 苴麻 (Jū-má). I fiori al momento dell'impollinazione sono chiamati 麻勃 (Má-bó), “Canapa Fiorente”, e 麻蕡 (Má-Fén) è usato sia per i fiori che per i semi, anche se probabilmente dovrebbe essere limitato a questi ultimi.

La canapa è conosciuta fin dai tempi più antichi in Cina; esiste una tradizione che l'imperatore 神农 (Shén-Nóng 28° secolo aC) insegnò alla gente a coltivarlo, così come fece anche il gelso per allevare i bachi da seta. Il lino, invece, era sconosciuto agli antichi cinesi, e ancora oggi la pianta viene coltivata solo per il suo olio. A Pechino la pianta della canapa è chiamata 小麻 (Xiao-ma), mentre è erroneamente applicata alla pianta dell'olio di ricino.

Ogni parte della pianta di canapa è usata in medicina; i fiori secchi 勃 (Bó), l'achenia 蕡 (Fén), i semi 麻仁 (Má-rén), l'olio 麻油 (Má-yóu), le foglie, il picciolo, la radice e il succo. I fiori sono consigliati nelle 120 diverse forme di malattia pazza (Fēng), nei disturbi mestruali e nelle ferite. Le achenie, considerate velenose, stimolano il sistema nervoso e, se usate in eccesso, producono allucinazioni e andatura barcollante. Sono prescritti nei disturbi nervosi, specialmente quelli contrassegnati da anestesie locali. I semi, con cui si intendono i noccioli bianchi dell'achenia, sono usati per una grande varietà di affezioni, e sono considerati tonici, demulcenti, althertive, lassative, emmenagoghe, diuretiche, antielmintiche e correttive. Vengono trasformati in un congee facendo bollire con acqua, mescolati al vino con un procedimento particolare, fatti in pillole e battuti in una pasta. Una modalità di esibizione molto comune, tuttavia, è semplicemente mangiando i chicchi. Si dice che il loro uso continuato renda la carne soda e prevenga la vecchiaia. Sono prescritti internamente in flussi, difficoltà post-partum, avvelenamento da aconito, avvelenamento da vermiglio, stitichezza e vomito ostinato. Esternamente sono usati per eruzioni, ulcere, favus, ferite e caduta dei capelli. L'olio viene utilizzato per la caduta dei capelli, l'avvelenamento da zolfo e la secchezza della gola. Le foglie sono considerate veleni, e il succo appena spremuto viene utilizzato come antielmintico, nelle punture di scorpione, per impedire che il pelo cada e prevenga l'ingrigimento. Sono particolarmente pensati per avere proprietà anti-periodiche. Il gambo, o la sua corteccia, è considerato diuretico e viene utilizzato con altri farmaci nella ghiaia. Il succo della radice viene utilizzato per scopi simili, e si ritiene che abbia anche un'azione benefica nella ritenzione di placenta e nell'emorragia post-partum. Un infuso di canapa viene utilizzato come bevanda emolliente per dissetare e alleviare i flussi.

Questo prossimo estratto viene da The Divine Farmer's Materia Medica Classic - Cereals: Superior Class. Una traduzione dello Shen Nong Ben Cao Jing di Yang Shou-Zhong.

Ma Fen (Cannabis Sativa) è acre ed equilibrato. Tratta principalmente i sette danni, disinibisce i cinque visceri e fa precipitare il sangue e il QI freddo. Prenderne molto può far vedere i fantasmi e correre freneticamente. L'assunzione prolungata può consentire di comunicare con la luce dello spirito e rendere leggero il corpo. Il seme [Semen Cannabis Sativa] è dolce ed equilibrato. Principalmente integra il centro e aumenta il QI. L'assunzione prolungata può rendere una persona grassa, forte e mai senile. La Cannabis Sativa è anche chiamata Ma Bo (Erezione di Canapa). Cresce vicino a fiumi e valli.

Infine, abbiamo La Médecine chinoise par les planets di Ming Wong.

Cannabis Sativa Linn.

Le Grand chanvre (Ta-ma) dit . La plante femelle secrète une résine aux vertus hallucinogéniquies (P. Propos recueillis par M. Vigy, Toxicomanies modernes. Les hallucinogènes, in Le Concours Médical, 14 déc. 1958, n. 50, pp. 8555-8565

Chanvre

Le Fructus Cannabis (Cannabiaceae) fait partie des drogues dites < supérieures >. Le chanvre (Cannabis sativa Linné) è coltivata in Cina centrale e septentrionale. Il abonda dans la Province du Nord-Est. Les graines de Cannabis sont toniques et émollientes. Elles agissent sure les méridiens de la Rate, de l'Estomac et du Gros Intestin. Elles traitent la consitpation.

Le Fructus Cannabis è impiegato con il rabarbaro o con l'angélique (Tang-kouei). Dans ce dernier cas, il est associé avec le Chao-yao (Radix Paeoniae lactiflorae), le Cheng-ti (Radix et Rhizoma Rehmanniae) et le Tche-kou (Citrus Aurantium) dans le traitement de la constipation de la femme après l' accocco.

Parmi les excitants du péristaltisme su retrouve les feuilles de séné (Folium Sennae).